Archivi tag: torino napoli

Passione Insanapoli 31. Questione di feeling.

Questione di feeling.

Quella tra Mertens e Insigne che ha consentito a Ciro non di vedere, che in questo siamo bravi tutti, ma di “intuire” la presenza di Lorenzo dietro sé e di passargli la palla di tacco esattamente nel fazzoletto di terra dove si trovava il compagno in modo che non si scompigliasse manco un capello nello sforzo di intercettare il pallone ma concentrasse tutta la potenza nel tiro. L’Amore ai tempi del Sarrismo.

Quella, mancata, tra Callejon e Higuain che ha fatto in modo che De Laurentiis, tra le due fazioni, una volta tanto scegliesse quella giusta, e blindasse Josè Maria nonostante l’ostilità della lota.

Quella, sempre più forte, tra i tre lì davanti cementata anche oggi da abbraccio e inchino davanti al pubblico.

E, per favore, non chiamateli folletti perché Callejon giustamente fa notare di essere più alto di un metro e una Vigorsol. Piuttosto, chiamateli i tre moschettieri che di D’Artagnan & co. mimano il gesto, cavalleresco, di togliersi il cappello davanti al pubblico sovrano.

Oppure, se proprio non volete scomodare Dumas – anche se, personalmente, non riesco a immaginare espressione più alta del l'”uno per tutti, tutti per uno” – chiamateli i tre tenores, perché quella che suonano è sinfonia per le nostre orecchie (e per quelle di chiunque ami il calcio). Speriamo solo che Callejon non protesti pure stavolta sottolinenando di non avere la stazza di Pavarotti.

L’unica nota stonata di questa giornata all’insegna dell’amore è data dal destino che, più cinico e baro che mai, ci costringe stasera a tifare per la Juventus per ambire concretamente al secondo posto.

Lo faremo, per carità. Io stessa non esiterei a invocare a gran voce il gol dell’infame se dovesse servire.

Ma ho un dubbio che mi dilania.

Considerato l’effetto boomerang delle nostre gufate anti-juventine – che hanno, nell’ordine, provocato la rottura del crociato sbagliato a inizio stagione e il sorteggio più favorevole in Champion’s, e stanno serenamente conducendo la Juventus verso il triplete e noi verso il suicidio qualora ciò accadesse – niente niente tifare per loro dovesse svantaggiarli?

In fondo, pensiamoci: esiste qualcosa di più innaturale per un tifoso napoletano doc?